giovedì 25 febbraio 2016

Pollo in umido alle olive

In questo periodo, nonostante la temperatura non invernale, ho decisamente bisogno di calore.
Direi che siamo nuovamente ad un bivio, ed oramai ho capito che sta solo a me decidere la strada da intraprendere, inutile attendere una presa di posizione da chi dovrebbe. Siamo gli artefici del nostro futuro giusto? E quindi devo solo trovare il coraggio di svoltare per l'ennesima volta.
E' proprio il coraggio che manca, e la solita illusione che forse le cose cambieranno, ma è solo illusione.
Quindi iniziamo a scaldarci noi, e a far crescere la convinzione ad anadare avanti.
Cosa c'è di migliore che il cibo, oltre all'affetto degli amici, per trovare forza? Nulla..
Ecco quindi una piccola coccola culinaria, un favoloso pollo, caldo, cremoso, avvolgente.






Ho prese tre sovracosce di pollo e le ho massaggiate con una cremina fatta con timo, senape in polvere e olio.

Li ho lasciati insaporire una mezz'ora circa.
 
In un tegame di terracotta ho fatto rosolare in un goccio di olio una cipolla ed una carota.
Insaporito con sale e pepe ed allungato con acqua.

Ho aggiunto quindi il pollo, fatto rosolare su entrambe i lati e unito un cucchiaio di concentrato di pomodoro.
A metà cottura ho unito le olive taggiasche in salamoia e una punta di peperoncino.

Portato a cottura con del brodo vegetale e servito caldo ancora nella terracotta.
Scarpetta d'obbligo.

13 commenti:

  1. L'insieme con le olive mi attira moltissimo penso di riproporlo non solo con il pollo ma anche con il coniglio visto che a casa mia sono divisi al 50% :D
    Grazie e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. Mi sono aggregata ai tuoi follower.

      Elimina
    2. grazie mille...ottima idea il coniglio, mi sa che prendo lo spunto e lo rifarò anche io :-)

      Elimina
  2. Un pollo cucinato come piace a me.

    RispondiElimina
  3. Artefici nel bene e nel male.Ma a volte anche il male si rivela bene e il bene male.E' il gioco delle illusioni sta vita.Tieni duro,qualsiasi decisione tu debba prendere.
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gia..io poi che sono una che si illude facilmente non ho proprio vita facile :-)

      Elimina
  4. Ciao Paola, ti penso qualunque decisione tu debba prendere, anche per me è tempo di decisioni e di azioni... perciò mi coccolo volentieri con il tuo pollo! Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora coccoliamoci...chissà che aiuti:-)

      Elimina
  5. io credo in parte. Artefici intendo. Poi ci sono variabili incontrollabili..discorso lungo e complicato.. posso passare al pollo? è vero che non fa freddo ma questo pollo succulento e aromatico secondo me è buono freddo (sai magari quando hai una voragine nello stomaco e non hai voglia di aspettare che scaldi, ecco) e anche appena cotto, bollente. Da come lo giri è ottimo! :-)

    RispondiElimina
  6. A volte ci fa più paura l'aspettativa che creiamo noi stessi che non l'evento in se..
    Un'ottima idea per tirarsi su
    Un abbraccio! !

    RispondiElimina
  7. A volte ci fa più paura l'aspettativa che creiamo noi stessi che non l'evento in se..
    Un'ottima idea per tirarsi su
    Un abbraccio! !

    RispondiElimina
  8. A volte (spesso direi..)siamo noi artefici del nostro destino e le decisioni che prendiamo condizionano la nostra vita...a volte invece entrano in gioco eventi che esulano il nostro controllo davanti ai quali non possiamo fare niente,e che stravolgono progetti di vita e per il futuro iniziali...
    Quando invece siamo consapevoli che una decisione,una presa di posizione cambierà necessariamente la nostra vita ma che questo è inevitabile per tutta una serie di motivi allora subentra un po' di ansia...timore....
    La ricetta che proponi mi piace tantissimo:il pollo cucinato senza pelle,la marinatura,la cottura con le olive...da replicare quanto prima,mi hai fatto venire un'acquolina incredibile,grazie mille per la ricetta:)).
    Un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina