mercoledì 20 gennaio 2016

Peperonata della nonna

L'altro giorno parlando con una collega mi è salita una voglia pazzesca di peperonata.
Ma non una peperonata qualsiasi, la peperonata della nonna. Che poi di peperonata ha solo i peperoni, perchè dentro ci sono le melanzane, le cipolle, le carote, il sedano, le olive e le patate.
Che se gia la peperonata non concilia il sonno, questa ti assicura una lunga notte a guardare tutti i programmi peggiori presenti in TV.
Nonna Wanda ne andava orgogliosa, come di tante altre cose. Era Emiliana doc, la cucina il suo regno, la pasta fatta in casa era un must, dieci minuti e le tagliatelle eran pronte.
Tortellini la domenica, e rigorosamente minestra raffreddata con il vino.
Ho dei ricordi, tra il piacevole e il meno, di lei in carrozzina che ancora, nonostante una mano non più funzionante, si ostinasse a fare i tortellini, perchè inutile spiegarlo a mio zio, non era capace come avrebbe voluto lei, meglio lei con una mano sola che noi tutti integri.
Gran donna, mi spiace essermela goduta poco perchè so che in età adulta sarebbe stata più che preziosa.
Nonostante tutto è rimasto molto di lei, ricordi, abitudini, profumi e questa ricetta.






un peperone giallo
un peperone rosso
una melanzana
una costa di sedano
una carota
tre patate medie
una cipolla
pomodori
sale
pepe
olio

Pulire tutte le verdure.
In un tegame far rosolare mezza cipolla con dell'olio.

Tagliare a pezzettini molto piccoli il sedano e la carota ed unirli alla cipolla, unire il pomodoro a pezzi piccoli.

Tagliare a cubetti la melanzana, e farla cuocere nel soffritto.
In una teglia a parte  far rosolare l'altra mezza cipolla ed aggiungere i peperoni tagliati a pezzi. Regolare di sale e pepe e continuare a cuocere aggiungendo un pò di acqua-
In un altro tegame mettere un goccio di olio, un rametto di rosmarino e le patate tagliate a pezzi e cuocerle a fuoco vivace facendole dorare. Per velocizzarne la cottura, bollirle qualche minuto prima.
 
Una volta pronte, unite tutte le verdure, aggiungere le olive, regolare di sale e pepe e lasciarle cuocere qualche minuto in modo che si insaporiscano bene.
Servire caldo, ma è ottima anche fredda.

12 commenti:

  1. E' ricca e succulenta questa peperonata Paola, purtroppo la sera non la digerisco, ma per pranzo è un'idea fantastica!
    Besos
    Marina

    RispondiElimina
  2. come ti capisco cara!!!!Io sono cresciuta con la nonna!!Tua nonna era davvero una grande donna e ti ha lasciato oltre a preziosi ed indelebili ricordi anche una ricetta che te la farà ricordare per sempre!!
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  3. Che peperonata appetitosa, beh le ricette delle nonne bisogna custodirle con cura! Tua nonna doveva essere bravissima in cucina! Grazie della visita, ti seguo con piacere anch'io! A presto, Vanna!

    RispondiElimina
  4. Cara Paola io ho perso mia nonna da pochi mesi,e' sempre stata una donna forte che mi ha trasmesso e insegnato tantissimo e ti confesso che mi manca troppo....capisco quindi perfettamente l'affetto che vi legava..sicuramente un donna eccezionale come quelle di quella generazione dalle quali abbiamo tanto da imparare...la sua ricetta e' ottima e senza ombra di dubbio buonissima oltre che di enorme valore affettivo in quanto appartenente ad una persona per te speciale:))
    Grazie mille per averla condivisa:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Verissimo, i nonni sono una fortuna per chi li ha potuti godere. Ho tante ricette trasmesse dalle nonne, ed una anche dal nonno...nel tempo arriveranno tutte.:-)

    RispondiElimina
  6. Buona la peperonata, un ottimo contorno !

    RispondiElimina
  7. E a questa ricetta tesoro mio devo togliere i peperoni perchè ho un'intolleranza fortissima con choc anafilattico..un gran peccato lo so..ma la minestra freddata con il vino della tua cara nonna..mi intriga parecchio!
    Bacio amica mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la minestra raffreddata con il vino non ha eguali

      Elimina
  8. Quanto mi piace la peperonata... le ricette delle nonne sono sempre le migliori!!!!

    RispondiElimina
  9. Una meravigliosa padellata di verdure: un mix tra ratatouille e caponata ma dici bene: la peperonata della nonna e stop. Meravigliosa chissà che buona.. bentrovata cara!

    RispondiElimina
  10. Bellissimo il tuo post! Mi sembrava quasi di vederla tua nonna a fare i suoi tortellini. Ho sempre grande ammirazione per le donne di un tempo, grandi lavoratrici, forti e ingegnose.
    La peperonata la adoro anch'io e pazienza se poi la notte si dorme poco, io se me la trovo a cena me la pappo senza troppo pensare.
    Baci.

    RispondiElimina
  11. Adoro questa ricetta!! E si sa, le ricette della nonna sono sempre le più buone (:
    Complimenti per il post e per l'intero blog :D

    Ho aperto da poco un nuovo blog di cucina con tante ricette, proprio come te! Se ti va passa a dare un'occhiata.. e se ti piace, ti aspetto tra i miei lettori fissi. Ricambio volentieri!! Un bacio grande e grazie in anticipo!!

    Buona serata!!

    Giogio

    RispondiElimina